10 consigli per scrivere testi aziendali chiari e convincenti

>>10 consigli per scrivere testi aziendali chiari e convincenti

10 consigli per scrivere testi aziendali chiari e convincenti

Di |2018-07-24T23:36:09+00:00 29 marzo 2018|Argomento: Comunicare VALORE|Tags: , |4 Comments

10 consigli per scrivere testi aziendali chiariSe abbiamo bisogno di un testo chiaro e persuasivo per la nostra azienda, il mio consiglio è di rivolgersi a un professionista della scrittura. Non sempre è possibile, quindi può toccare a te scrivere quella lettera o i testi del depliant che porterai in fiera. Per aiutarti ho estratto 10 consigli dal volume “The Copywriter’s Handbook. As Step-by-Step Guide to Writing Copy That Sells” di Robert W. Bly, uno dei più influenti copywriter a livello internazionale.

1 – Metti al primo posto il lettore. Pensa a chi leggerà il tuo scritto

Chiediti: il lettore capirà cosa ho scritto? Conosce la speciale terminologia che ho usato? Il mio testo dice qualcosa di importante, nuovo o utile per il mio lettore? Se fossi io il lettore, questo testo mi persuaderebbe ad acquistare il prodotto o a contattare l’azienda?

Un buon espediente per facilitare il tuo processo di scrittura è mettersi davanti una foto rappresentativa del nostro lettore e scrivere proprio a quella persona che ho di fronte.

2 – Organizza con cura le tue argomentazione (di vendita)

Quando scrivi un testo, devi organizzare con cura i punti che vuoi trattare. L’organizzazione di questi punti dipende dalla loro importanza relativa, dalla quantità di informazioni che vuoi dare al lettore e al tipo di testo che stai scrivendo (lettera commerciale, testi di una pagina web o di una brochure, ecc.).

Ecco una possibile struttura di una lettera di vendita:

  • inizia con un titolo che faccia una promessa (forte e concreta);
  • mostra come la promessa è soddisfatta;
  • fornisci la prova che il prodotto (o servizio) è effettivamente tutto ciò che hai scritto in proposito;
  • quindi illustra al lettore come fare per avere il prodotto
  • e spiega perché il costo del prodotto è insignificante rispetto al suo valore.

Prima di iniziare a scrivere, annota le tue argomentazioni. Organizzale in modo logico, chiaro e persuasivo, e presentale in questo ordine quando scrivi il testo.

3 – Organizza il testo in sezioni brevi

Spezzare il testo in sezioni più brevi rende più facile la lettura. Se il contenuto del tuo testo può essere organizzato in punti o temi, puoi dedicare una breve sezione a ciascun punto.

Usa i sottotitoli per separare le sezioni principali. Vedi se riesci a spezzare i paragrafi lunghi in altri più brevi, lasciando spazio tra i vari paragrafi.

4 – Usa frasi e periodi brevi

Le frasi e i periodi brevi sono più facili da leggere. Tutti i professionisti della scrittura – giornalisti, copywriter, romanzieri, sceneggiatori – imparano a scrivere in frasi nitide, brevi e scattanti. La leggibilità di una frase varia al variare del numero di parole che la compongono. Sedici è probabilmente il numero di parole ideale per un periodo.

Lunghezza delle fasi del testo

(in parole)

Grado di leggibilità % lettori raggiunti
Meno di 9 Molto facile 90%
12 Medio facile 85%
16 Normale 75%
21 Medio difficile 40%
26 Difficile 24%
Oltre 30 Molto difficile 5%

I lunghi periodi stancano e confondono i lettori. Quando un lettore arriva alla fine di una lungo periodo, accade la stessa cosa di quando al ristorante ci leggono un menù troppo lungo: non ci ricordiamo cosa ci fosse all’inizio.

5 – Usa parole semplici

Le parole semplici comunicano più efficacemente delle parole “importanti”. Le persone spesso usano parole complesse per impressionare gli altri, ma raramente ci riescono. Più spesso le parole ricercate infastidiscono e distraggono il lettore da ciò che lo scrittore sta cercando di dire.

Ricorda: stai cercando di comunicare con le persone, non di impressionarle o di alimentare il tuo ego. Evita parole sofisticate e frasi elaborate.

Luisa Carrada nel suo volume “Il mestiere di scrivere” riporta degli esempi illuminanti: non usiamo mai sottoscrivere invece di firmare, corrispondere invece di pagare, risultare invece di essere, potenziare invece di migliorare, denominazione invece di nome, tipologia al posto di tipo, la presente invece di questa, riscontro invece di risposta, informativa invece di informazioni.

6 – Evita il gergo tecnico

10 consigli per scrivere testi convincentiNon usare il gergo quando scrivi a un pubblico che non parla la lingua del tuo settore. Il gergo è utile per comunicare all’interno di un piccolo gruppo di esperti, ma usato con chi non lo condivide, provoca confusione e oscura i messaggi di vendita.

7 – Sii conciso

Un buon testo è sintetico. Le parole inutili sprecano il tempo del lettore, diluiscono il messaggio di vendita e occupano spazio che potrebbe essere meglio utilizzato.

La revisione e la riscrittura sono le chiavi per produrre un testo conciso ed efficace. Quando scrivi la tua prima bozza, le parole fluiscono e non puoi fare a meno di dilungarti o di risultare dispersivo. Nella fase di riscrittura, le parole non necessarie vanno cancellate per far brillare la scrittura con vigore e chiarezza.

Evita le ridondanze, le frasi scontate o prolisse, le forme verbali passive, gli aggettivi non necessari e altre cattive abitudini stilistiche che occupano spazio, ma aggiungono poco o niente al significato o alla chiarezza.

8 – Sii specifico

Un testo ci persuade fornendo informazioni specifiche sul prodotto o servizio presentato. Più fatti includi nel tuo testo e meglio è. Quando non ci si preoccupa di andare nello specifico si producono testi vaghi, deboli e privi di significato.

Le parole magari suonano bene, ma non dicono niente. In questo modo un testo promozionale non vende perché non informa.
Ricordati quindi di selezionare i fatti più importanti e di descriverli in modo chiaro, conciso e diretto.

9 – Vai dritto al punto

Scrivere andando dritti al puntoSe senti il bisogno di “scaldarti” mentre metti i tuoi pensieri su carta, fai pure. Ma elimina questi “riscaldamenti” dalla tua bozza finale. Il testo definitivo dovrebbe vendere dalla prima all’ultima parola. Se non punti a questo obiettivo, invece attirare e coinvolgere il lettore con il tuo testo, finirai per annoiarlo con parole irrilevanti e inutili.

10 – Scrivi in uno stile amichevole e colloquiale

Le persone amano leggere una scrittura chiara, semplice, facile da capire. E lo stile più semplice e chiaro è quello di scrivere nel modo in cui parli.

Uno stile leggero e colloquiale è molto più facile da leggere rispetto alla prosa formale e rigida del business, della scienza e del mondo accademico. Quando scrivi con semplicità, diventi amico del tuo lettore. Quando scrivi pomposamente, diventi noioso.

Mentre rivedi il tuo scritto chiediti se una cosa del genere la diresti anche parlando, oppure immagina di parlare con la persona anziché scrivere.

Cosa pensi di Newsletter e Mailing?

Commenta questo articolo e fammi sapere!
Vuoi che affronti un tema particolare? Scrivilo nei commenti.

Contattami e chiedimi un consulto
Preferisci parlarmi di persona? 338 5272 486

CHIEDI UN CONSULTO GRATUITO

Chi è:

Consulente di comunicazione d'impresa, giornalista pubblicista e counselor aziendale, è specializzato in web marketing e brand journalism. Diversi articoli sui temi del marketing, della comunicazione d’azienda e del rapporto con il cliente sono apparsi su Nuova Finestra, Retail, Vendere di più e AluK Magazine. Conduce attività di formazione nell’area comunicazione e marketing per vari enti ed istituti.

4 Comments

  1. Elisa 3 aprile 2018 at 15:27 - Reply

    Grazie. Condivido i 10 punti. Complimenti.

    • Mauro Zamberlan 4 aprile 2018 at 16:23 - Reply

      Ti ringrazio. Oltre ai complimenti sono ben accetti anche suggerimenti su temi e argomenti che ti piacerebbe venissero trattati. Alla prossima!

  2. […] numero scorso abbiamo visto alcuni consigli per scrivere testi chiari e coinvolgenti. Ma come strutturare la sequenza di contenuti per ottenere messaggi persuasivi e spingere i lettori […]

  3. […] numero scorso abbiamo visto alcuni consigli per scrivere testi chiari e coinvolgenti. Ma come strutturare la sequenza di contenuti per ottenere messaggi persuasivi e spingere i lettori […]

Hai un commento fare? Sono curioso di sapere cosa pensi!