“Vendi” il tuo business con il sito internet. Ecco come fare.

>>“Vendi” il tuo business con il sito internet. Ecco come fare.

“Vendi” il tuo business con il sito internet. Ecco come fare.

Di | 2017-05-25T22:10:48+00:00 maggio 25th, 2017|Argomento: > WEB per vendere|Tags: |0 Comments

Il sito internet può essere uno strumento di marketing, e con marketing intendo l’arte e la scienza di individuare, creare e fornire valore per soddisfare le esigenze di un mercato di riferimento, realizzando un profitto, secondo la definizione che Philip Kotler espose nel 1967. Ecco alcune linee guida per capire se un sito internet di questo tipo è la cosa giusta per il proprio business e come iniziare.

Che tipo di business beneficia di un sito internet?

Sono molte le attività che possono avvantaggiarsi da un sito internet ad esempio uno showroom, un commercialista, oppure un’azienda che produce valvole da usare come componenti di motori o condizionatori. L’importante è avere chiaro come inserire il sito internet all’interno del proprio piano marketing e cosa si vuole ottenere dal sito internet per la propria attività e per i propri clienti.

Fare vendite” non è una risposta, lo è piuttosto “Fare entrare persone nello show-room” oppure Educare ad acquistare prodotti di qualità e non ciò che si trova nel punto vendita più vicino”.  Le possibilità tra cui scegliere sono molte, ecco alcuni suggerimenti validi:

  • costruire e rafforzare il proprio brand, ovvero quello che le persone pensano di te e dei tuoi prodotti/servizi
  • migliorare l’immagine presso i clienti
  • educare il cliente a comprendere il valore e la qualità dei tuoi prodotti
  • vendere prodotti e servizi
  • mantenere una comunicazione viva con i tuoi clienti

Il sito internet come strumento per comunicare

Questo è l’uso più comune, ma attenzione: comunicare avviene tra due parti e in questo caso siete tu e il visitatore e siete entrambi in evoluzione ad esempio tu aggiorni il sito modificando l’offerta dei prodotti e arricchisci il sito con contenuti interessanti per il cliente, mentre il visitatore interagisce:

  • ordinando tuoi prodotti on-line
  • iscrivendosi ad eventi
  • accettando l’invio di periodiche  informazioni
  • richiedendo di partecipare a streaming audio o video
  • scrivendo in chat
  • leggendo e commentando gli articoli del un blog

L’elevato volume di interazioni possibili equipara un sito internet un associato importante che lavora per te 24 ore per 7 giorni alla settimana, ma per ottenere questo devi offrire al visitatore la possibilità di interagire, anzi lo devi portare ad agire creando degli scivoli virtuali che lo portino senza che lui si accorga a “fare qualcosa” tipo scaricare un ebook, rispondere a un questionario, richiedere qualcosa…

Come fa un sito internet a portarti più clienti giusti?

Per facilitare le vendite è importante entrare in contatto con il proprio target, che significa una selezione di persone o aziende che rappresentano il cliente ideale. Il risultato dipende da due cose:

  • come il sito è progettato
  • come posizioni  il sito stesso.

Progettare il sito internet

Se hai individuato bene il tuo cliente tipo (target) fai il sito pensando a lui, questo significa tenere presente:

  • come userà il sito internet
  • come ti cercherà e troverà
  • cosa si aspetta di vedere e fare nel sito internet
  • come farà a fare tutto quanto elencato nei punti precedenti.
    Es: Userà un computer o uno smartphone? Lo farà dall’ufficio, da casa oppure mentre aspetta l’uscita dei figli da scuola?
  • quanto è evoluto il web nel tuo settore di attività.
    Es: I tuoi concorrenti hanno tutti un sito? Che tipo di sito hanno, c’è un blog, inviano periodicamente delle newsletter, …?

Ricorda che il sito è costruito per il tuo target e non per te. Ricorda che è inutile nascondere i propri punti di forza evitando di metterli nel sito per paura di essere copiati dai concorrenti perché loro hanno già messo in evidenza i loro punti forti nel proprio sito ed è con questi che attirano i clienti e diventano sempre più forti. Ricorda che devi essere chiaro e esplicito nel tuo sito, il cliente anche se sa farlo non vuole “studiare il sito” per trovare ciò che lo interessa, preferisce piuttosto muoversi verso siti più facili da usare e tagliati a misura sulle sue richieste.

Il marketing del sito internet

Quando nessuno conosce il tuo sito internet non può nemmeno raggiungerlo ed entrare a far parte del tuo mercato.
È necessario considerare il marketing on-line e quello off-line, ad esempio se sei un idraulico assicurati di dire a tutti i tuoi clienti che hai un sito internet dove possono trovare nel dettaglio tutto quello che fai ad esempio loro ti conoscono perché hai riparato il lavello ma non sanno che fai assistenza e riparazioni anche per i climatizzato o per i fornelli del gas. Questo perché è più facile essere richiamati quando il cliente cerca in internet il tuo nome con il tuo sito internet piuttosto di un generico Paolo Rossi o peggio Idraulico Vicenza! Anche nei biglietti da visita in tutto il materiale stampato metti in evidenza il tuo sito, oltre che nelle fiancate del tuo furgone, sulla T-shirt che usi al lavoro, …

Poi avvantaggiati dei socialmedia, i risultati sono buoni se li usi professionalmente, seguendo il link trovi un’infografica con dati stimolanti.

Quanto costa un sito internet che lavora a favore del tuo marketing?

Ci sono vari aspetti da considerare:

  • Piano marketing . Dovresti già averne uno elaborato internamente alla tua azienda, da te stesso (se sei un professionista qui trovi una guida per scrivere il tuo piano marketing in autonomia), oppure facendoti aiutare da un consulente.
  • Progettazione e sviluppo di un sito internet, sono due cose separate! Il costo di un sito “chiavi in mano” dalla progettazione alla realizzazione,  compresi i contenuti e la loro scrittura da parte di un copy professionista che sa cosa e come scrivere per il web, parte da 3.000 euro in su.
    Dipende da cosa vuoi ottenere. È simile a quando acquisti una macchina: ti è sufficiente un’utilitaria o vuoi un’Audi oppure una BMW? E con quali caratteristiche e optional, ad esempio se ti muovi in città hai esigenze differenti da chi si muove prevalentemente in autostrada e deve coprire sistematicamente grandi distanze. Ti è sufficiente un bagagliaio standard oppure necessiti di in un furgone?
    Affidati a un professionista! Evita che sia  un dilettante o a un neofita a gestire la tua  immagine e la tua reputazione: non puoi permetterti il lusso di far fare esperienza con i tuoi affari.
  • Mantenimento tecnico. Un sito per lavorare bene e difendersi dagli attacchi degli hacker deve avere sempre il software aggiornato. È semplice e lo puoi fare tu in autonomia, è un po’ come assicurarti che le ruote di una bici siano sempre gonfie, i freni funzionanti e le varie viti ben strette. In caso contrario affidare queste operazioni semplici ma periodiche richiede un costo indicativo di 500 euro all’anno.
  • Server e dominio. Il costo parte dai 35 euro all’anno. Come in tutto è possibile risparmiare ma lo sconsiglio: un buon servizio, tutti i giorni e in italiano è fondamentale anche perché si ha bisogno dell’assistenza proprio quando si è nei guai e non si capisce quale sia il problema. Lo sai che gli hacker lanciano gli attacchi proprio a Natale quando è più probabile che i siti siano non siano controllati per un paio di settimane, spesso è proprio il server ad avvisarti dopo che ha risolto o almeno tamponato il problema?
  • Contenuti freschi ed arricchiti di mese in mese. Perché il tuo target continui a interagire con te attraverso il tuo sito deve trovare contenuti, informazioni, manuali, ebook… e altro materiale. Per non perdere questo contatto con i clienti acquisiti o potenziali devi assicurarti di avere sempre qualcosa di nuovo, ad esempio pubblicare un nuovo post ogni mese nel tuo blog. Lo puoi fare tu o coinvolgere più persone all’interno della tua azienda. In alternativa puoi affidarti a degli specialisti esterni. Anche qui il costo varia a seconda della frequenza, del tipo degli aggiornamenti, e della loro quantità e il costo parte dai 600 euro all’anno.
  • Promozione attraverso sponsorizzazioni e socialmedia. Anche in questo caso, sponsorizzazione a parte, puoi fare tutto da solo oppure appoggiarti a professionisti. Il costo parte dai 1.000 euro all’anno ma e molto vario.

Dove e come iniziare per avere un sito internet che sia uno strumento di marketing

Ecco una veloce lista:

  • Definire gli obiettivi del sito internet
  • Definire il target
  • Mettere a fuoco il concetto base della tua attività
  • Cercare siti simili
  • Considerare i possibili sviluppi del sito
  • Considerare la strategia di marketing
  • Raccogliere i contenuti

Con questo lista iniziare i colloqui per scegliere a chi affidare la realizzazione del sito.

Come possiamo aiutarti

Ti aiutiamo allineando il progetto del  sito ai tuoi obiettivi di marketing, poi lo sviluppiamo in modo efficace. Forniamo impostazione grafica, struttura, software che ti permettano di modificare e aggiornare il sito in autonomia, integrazione con i socialmedia, scrittura dei testi da parte di un copy specializzato, ottimizzazione per i motori di ricerca, statistiche che ti permettono di verificare l’efficacia del sito e l’uso che ne fanno i visitatori, servizio di aggiornamento tecnico, formazione per imparare a gestire il sito in autonomia.

Se non hai tempo di aggiornare i contenuti ti diamo anche una newsletter “chiavi in mano”, gestione del blog, mailing professionali e landing-page.

Lavoriamo per costruire una relazione duratura per aiutarti a mantenere il tuo sito in stato ottimale per supportare i tuoi affari.

Chi è:

Esperta in “comunicare per vendere” e relatrice a convegni e corsi per imprenditori. Suoi lavori sono stati selezionati dalla stampa specializzata italiana ed estera. È presidente di StudioCentro Marketing. Ha scritto Il sito web per lo showroom (capitolo di Voglio uno showroom di successo), Social media, perché farsi coinvolgere? (in Il marketing del consulente), I social media rafforzano il passaparola (in Il marketing per l'avvocato e lo studio legale).

Leave A Comment